ITALIAN DESIGN DAY 2021: Mostra “ROSSO, IL COLORE DELLA PASSIONE”

La celebrazione dell’ “Italian Design Day” è una manifestazione che si svolge ogni anno in tutto il mondo con l’obiettivo di avvicinare il design e la cultura italiani al più ampio pubblico di esperti, cultori ed estimatori dell’estro tricolore.

Il tema della manifestazione di quest’anno, promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in collaborazione con l’Agenzia ICE, è: “Progetto e materia: nuove sfide per la ripartenza sostenibile del Made in Italy”.

In questo contesto, e all’interno del vasto programma celebrativo della festa di San Doimo e del Giorno della Città di Spalato, nella prestigiosa sede del Museo Civico in via Papalićeva 1 – Galleria di Diocleziano – sarà allestita una mostra denominata: “Rosso – il colore della passione”.

L’esposizione è organizzata dall’Istituto Italiano per il commercio estero di Zagabria (Agenzia ICE), in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia in Croazia e il Consolato Generale d’Italia a Fiume, con l’ausilio di Zagreb Design Week e del Vespa Club di Spalato. Una prima edizione della mostra è stata realizzata a Zagabria lo scorso 5 novembre presso la sede dell’Istituto Italiano di Cultura per celebrare l’Italian Design Day 2020.

L’evento vedrà protagonisti oggetti di culto di rinomati designers italiani considerati dei classici in tutto il mondo realizzati esclusivamente in colore rosso, simbolo di design emozionale e colore che distingue l’eccellenza italiana nel mondo.

Il pubblico di Spalato avrà l’occasione di ammirare una selezione di oggetti iconici mediante i quali raccontare perché l’Italia è sinonimo indiscusso di design: la Vespa Piaggio, la caffettiera Bialetti, la poltrona „Up5“, la lampada da tavolo di Martinelli “Cobra”, la poltrona “Sacco“ e molto altro.

La mostra resterà aperta dal 10 maggio al 13 giugno 2021 e sarà ad ingresso libero, nel rispetto delle misure anti Covid in vigore.

Potrà essere visitata tutti i giorni lavorativi dalle 9h alle 20h ed il fine settimana dalle 10h alle 14h.

Fonte : ITALIAN DESIGN DAY 2021: Mostra “ROSSO, IL COLORE DELLA PASSIONE”, Spalato (10 maggio – 13 giugno 2021) (esteri.it)

Clima imprenditoriale degli investimenti in Croazia – questionario

Attrarre gli investimenti esteri è stata sempre una questione importante ma anche un grave problema dell’economia nazionale. Per ottenere informazioni sulla situazione reale al livello nazionale della Repubblica di Croazia, ma anche per confrontare questi dati con quelli nella Regione del Sud Est Europa come i paesi Serbia e Bulgaria, il membro della Camera di commercio italo croata, ManpowerGroup in collaborazione con il partner, Assert International ha avviato un nuovo ciclo della ricerca per capire i potenziali degli investimenti.

La ricerca non ha nessun scopo commerciale, ma è destinata al pubblico in generale e a tutti i partecipanti con un rapporto informativo e correttivo a livello regionale e nazionale con tutti i confronti necessari per paese, settore, quadro giuridico e altri quadri aziendali.

La ricerca è completamente anonima. Al termine, a ciascuno dei partner e partecipanti fornirà importanti informazioni sullo stato del settore economico all’interno del quale opera nonché linee guida generali per lo sviluppo e l’eliminazione delle difficoltà dello sviluppo.

Attraverso un semplice e breve questionario, Vi chiediamo cordialmente nella veste dei rappresentanti dalla realtà imprenditoriale o come investitori nel Paese, di dare le risposte obiettive e rilevanti sulle condizioni di business e sull’espansione delle attività economiche in Croazia.

Al termine dell’analisi dei dati raccolti, tutti i partecipanti potranno richiedere la loro copia del rapporto e dello studio regionale, e la nostra Camera distribuirà i risultati ai soci camerali.

Vi invitiamo inoltre a inviare l’indagine a tutti gli altri partner, amici e membri di circoli economici e associazioni.

Il questionario si può’ compilare seguendo link:

Inglese:

https://survey.zohopublic.eu/zs/P8BzN7

Croato:

https://survey.zohopublic.eu/zs/8qBzjQ

Italiano:

https://survey.zohopublic.eu/zs/kVB80P

Grazie in anticipo per la vostra collaborazione!

#insiemeperilsuccesso

Aggiornamento delle misure restrittive in Croazia in vigore fino al 15 maggio 2021

Con le misure in vigore fino al 15 maggio 2021, la Sede nazionale della protezione civile ha disposto le seguenti limitazioni relative all’ingresso in Croazia:

1)  Le persone provenienti direttamente dai Paesi e/o Regioni dell’Unione Europea, Paesi e/o Regioni dell’area Schengen e Paesi associati all’area Schengen, che sono elencati nella “lista verde” del Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie possono liberamente entrare in Croazia. Al valico di frontiera queste persone devono dimostrare di non aver soggiornato nelle aree di transito.

2)  Le persone provenienti direttamente da tutti gli altri Paesi e/o Regioni dell’Unione Europea, Paesi e/o Regioni dell’area Schengen e Paesi associati all’area Schengen, non compresi nel punto 1., possono entrare in Croazia ad una delle seguenti condizioni:

presentando l’esito negativo al tampone per SARS CoV-2 effettuato nelle ultime 48 ore tramite il metodo PCR oppure tramite il metodo antigenico rapido (con un test indicato nell’Elenco comune dei test antigenici rapidi, pubblicato sul sito della Commissione Europea https://ec.europa.eu/health/sites/health/files/preparedness_response/docs/covid-19_rat_common-list_en.pdf). Il certificato relativo al tampone antigenico deve contenere il nominativo del produttore del test e / o il nome commerciale del test. In caso contrario, il certificato non verrà accettato come valido;

presentando il certificato di vaccinazione se sono trascorsi 14 giorni dalla somministrazione della seconda dose, oppure dalla prima dose per i vaccini che vengono somministrati in un’unica dose. Le persone che hanno superato la malattia da Covid-19 e sono in possesso del relativo certificato medico sono esentate dall’obbligo di presentare l’esito negativo al tampone molecolare o antigenico se sono state vaccinate con almeno una dose del vaccino. Questa esenzione si estende fino a cinque (5) mesi dalla data della somministrazione del vaccino;

presentando l’esito positivo al tampone per SARS CoV-2 effettuato tramite il metodo PCR oppure tramite il metodo antigenico rapido, nel periodo che va da 180 a 11 giorni prima dell’arrivo al valico di frontiera, come conferma di aver guarito dall’infezione da COVID-19, oppure presentando un certificato sulla malattia superata, rilasciato da un medico;

effettuando il tampone all’arrivo in Croazia e sottoponendosi all’autoisolamento prima di ricevere l’esito negativo. Nel caso in cui non sia possibile effettuare il tampone, è prevista la misura di autoisolamento di 10 giorni.

Al fine di ridurre la possibilità di un ulteriore aggravio del quadro epidemiologico, le Autorità croate hanno prorogato fino al 15 maggio 2021 le seguenti misure per tutto il territorio nazionale:

Divieto di tutti gli eventi pubblici e le riunioni a cui partecipano più di 25 persone.

Ad altre cerimonie private può essere presente un massimo di 10 persone appartenenti a 2 nuclei familiari.

Eventi pubblici, riunioni e cerimonie di ogni tipo possono protrarsi fino alle ore 22.00.

Devono essere previsti almeno 7 m2 di superficie netta per ogni persona presente nelle riunioni consentite.

Ai funerali può essere presente un massimo di 25 persone con il divieto di esprimere le condoglianze attraverso un contatto fisico ravvicinato.

Obbligo per tutti gli esercizi commerciali di esporre all’ingresso un avviso relativo al numero massimo di clienti che contemporaneamente possono essere presenti nel locale.

L’orario di lavoro per panifici e esercizi commerciali che vendono prodotti da forno è limitato alle ore 22:00.

Divieto di vendita di bevande alcoliche dalle ore 22.00 alle 6.00.

Limitazione di attività per servizi di ristorazione. E’ consentito soltanto il servizio ai tavoli all’aperto, con il rispetto delle misure epidemiologiche. Inoltre, è consentito il servizio di consegna a domicilio, “drive-in” e il ritiro personale davanti all’ingresso della struttura di ristorazione. L’orario di apertura è limitato dalle ore 6.00 alle 22.00. Alberghi e campeggi possono servire il cibo e le bevande anche nei locali chiusi ma soltanto agli ospiti che soggiornano nelle loro strutture.

Divieto di organizzare fiere e altre forme di eventi commerciali e turistici nei quali i prodotti vengono venduti o esposti.

Divieto di organizzare cerimonie nuziali.

Orario di lavoro per casinò e sale giochi e sale scommesse è limitato dalle ore 8.00 alle 22.00, con divieto di fornire servizi di ristorazione nelle loro strutture.

Palestre e centri fitness possono operare con il rispetto di misure epidemiologiche prescritte.

Sospensione di gare sportive, ad eccezione di quelle relativi alle competizioni nei livelli più alti. Competizioni sportive consentite possono essere svolte soltanto senza spettatori.

Sospensione di allenamenti sportivi che si svolgono nei locali chiusi, ad eccezione di quelli relativi alle competizioni nei livelli più alti.

Sospensione di tutti gli spettacoli e gli eventi culturali e artistici organizzati al livello amatoriale, nonché di prove di gruppi amatoriali, compresi i cori.

Obbligo per amministratori di condomini, datori di lavoro e amministratori di enti pubblici di disinfettare regolarmente tutti i locali comuni.

Nei mezzi di trasporto pubblico non deve essere superato il 40% dei posti disponibili e i vettori sono tenuti a indicare il numero massimo di passeggeri consentito. E’ vietato salire a bordo dei mezzi trasporto pubblici senza mascherina.

Obbligo di indossare mascherine protettive in locali chiusi nei seguenti casi:

Dipendenti e clienti nei negozi al dettaglio;

Dipendenti e clienti dei servizi in cui è richiesto un contatto faccia a faccia, come banche, uffici postali, sportelli ministeriali, notaio, cambio valuta, ecc.;

Tutti i servizi che richiedono uno stretto contatto (parrucchieri, saloni, ecc.):

Conducenti e dipendenti dei veicoli di trasporto pubblico, nonché passeggeri di tali veicoli;

Tutti gli operatori sanitari e i visitatori degli ospedali;

Dipendenti in uffici in cui non è possibile garantire una distanza fisica di almeno 2 metri l’uno dall’altro;

Tutte le persone durante cerimonie religiose e raduni al chiuso;

Visitatori di tutti gli incontri sociali e pubblici al chiuso.

Obbligo di indossare mascherine all’aperto quando non è possibile mantenere una distanza fisica di almeno 1,5 metri.

Le misure epidemiologiche relative al numero massimo di 25 partecipanti e alla limitazione dell’orario fino alle ore 22.00 non si applicano a:

Spettacoli e rappresentazioni artistiche professionali;

Proiezioni cinematografiche;

Mostre in musei, gallerie e altri spazi espositivi.

I datori di lavoro sono obbligati a:

Vietare l’ingresso al posto di lavoro alle persone con febbre e disturbi respiratori;

Ridurre il contatto fisico tra i dipendenti;

Applicare il lavoro agile e il lavoro a turni, qualora possibile;

Ridurre le riunioni al minimo;

Arieggiare regolarmente i locali.

Si segnala che in aggiunta o in deroga a quanto sopra stabilito, possono essere previste misure specifiche riferite a singole regioni o aree del Paese. Per conoscere le misure specifiche introdotte a livello regionale o locale, si consiglia di contattare le locali autorità.

Per tutti i aggiornamenti giornali visita i seguenti link:

 Najnovije informacije o koronavirusu

Emergenza Covid-19: Nuove Misure adottate dalle Autorità italiane e croate (esteri.it)

LaVoce del popolo

Viaggiare Sicuri

START UP!

Sei pronto a dare una svolta alla tua vita e ad entrare nel mondo dell’innovazione digitale e sociale?

Sei pronto a mostrare e presentare al mondo il tuo progetto, start-up, innovazione? Raccogli il tuo coraggio e fai il primo passo verso il mondo delle start-up! Adesso è il momento, perché ci rimangono solo pochi giorni!

La Camera di Commercio Italo-Croata e il Festival delle Innovazioni Digitali e Sociali WMF organizzano Worldwide events Croatia, al 18.05.2021 da Dignano in forma ibrida! Partecipa alla prima fase tra i 12 paesi accuratamente selezionati che hanno riconosciuto l’opportunità di aiutare i giovani innovatori a salire sulla scena mondiale! Osa e presentati alla nostra giuria di esperti sotto l’occhio vigile del primo unicorno croato, la società INFOBIP!

L’evento in Croazia è stato accompagnato dai media, aziende, investitori, relatori appassionati che ci mostrano come i sogni dei ragazzi diventano realtà e una giuria di esperti. Seguiteci e scoprite ogni giorno i nomi interessanti che compongono questo evento.

Ormai ti sei reso conto che è tempo che la tua innovazione veda la luce. Registrati!

Startup Competition at WMF Worldwide Event Croatia (webmarketingfestival.com)

P.S. domani ti sveliamo i membri della giuria!

Raffaello a Zagabria!

Fondazione Brescia Musei annuncia la significativa collaborazione con il Museum of Arts and Crafts di Zagabria con l’apertura della mostra internazionale “Raffaello. All’origine del mito”.

Prosegue il progetto di Fondazione Brescia Musei e Comune di Brescia dedicato a Raffaello “Raffaello. Custodi del mito in Lombardia”, avviato lo scorso anno in occasione delle celebrazioni del cinquecentenario della morte con la mostra “Raffaello. L’invenzione del divino pittore” (Museo di Santa Giulia, 2 ottobre 2020 – 15 febbraio 2021).

La mostra, a cura di Roberta D’Adda, ha presentato ai visitatori una collezione di stampe d’après Raffaello, realizzate in Italia e in Europa dall’inizio del Cinquecento alla metà dell’Ottocento, insieme a una scelta di dipinti e oggetti d’arte, al fine di restituire quale fosse, per i conoscitori europei di primo Ottocento, l’idea della cultura figurativa raffaellesca. Oltre cento le opere che i visitatori hanno potuto ammirare lungo il percorso che ha raccontato un’epoca e la costruzione di un mito a partire dalle collezioni civiche bresciane che raccolgono più di seicento fogli d’après Raffaello.

Selezionata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – attraverso la Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese – tra i progetti espositivi da promuovere presso le proprie sedi all’estero, la mostra dal titolo “Raffaello. All’origine del mito”fa ora tappa a Zagabria presso il Museo delle Arti e dei Mestieri (MUO).

L’esposizione è stata resa possibile grazie a un accordo fra Fondazione Brescia Musei e l’Istituto Italiano di Cultura di Zagabria, che si occupa di diffondere la cultura italiana, nonché di collaborare alla promozione del patrimonio artistico italiano all’estero.

L’inaugurazione è fissata per sabato 24 aprile alla presenza di Miroslav Gašparović Direttore del Museo delle Arti e dei Mestieri di Zagabria, Pierfrancesco Sacco Ambasciatore d’Italia a Zagabria, Nina Obuljen Koržinek Ministro della cultura e dei media, Jelena Pavičić Vukičević Sindaco pro tempore di Zagabria, Francesca Bazoli Presidente di Fondazione Brescia Musei, Stefano Karadjov Direttore di Fondazione Brescia Musei, Roberta D’Adda, curatore della mostra.

Nell’esposizione, aperta al pubblico fino al 6 giugno 2021, i visitatori potranno ammirare 110 opere prestate da Brescia a Zagabria (incisioni d’epoca, maioliche, dipinti, disegni) fra cui i fogli cinquecenteschi di Marcantonio Raimondi, le grandi stampe di Giovanni Volpato dai palazzi Vaticani e la copia pittorica della Scuola di Atene commissionata da Paolo Tosio, sarà presente inoltre l’installazione multimediale interattiva “Invece di Raffaello”.

Fonte:

RAFFAELLO A ZAGABRIA (bresciamusei.com)

Muzej za umjetnost i obrt – (muo.hr)

Partecipazione della Segretaria generale della CCIC a RAI Friuli Venezia Giulia

Nel giorno dell’evento “Roadshow in Italia”, 26 aprile, la Segretaria generale della CCIC,  Andrea Perkov,  ha partecipato alla trasmissione radiofonica – Sconfinamenti, su RAI Friuli Venezia Giulia a cui è stata invitata come relatrice su invito del redattore Massimo Gobessi.

La trasmissione radiofonica è stata trasmessa anche in podcast, che potete riascoltare al seguente link Sconfinamenti 2021 (rai.it)

La trasmissione è stata un’ottima opportunità per parlare dell’evento svolto nello stesso giorno, la missione economica in Italia attraverso il webinar intitolato “Roadshow in Italia”, al cui hanno partecipato più di 50 aziende.

La Dott.ssa Perkov ha parlato del percorso che lei e il Consiglio d’amministrazione hanno superato fino al riconoscimento ufficiale a gennaio 2021, con un particolare ringraziamento all’Sistema Italia che rappresenta un sostegno importante per la rete delle Camere di commercio italiane all’estero.

In seguito all’evento i rappresentati e il direttore Martin Pucic dell’azienda CARR Service in Croazia, ha partecipato alla trasmissione radiofonica parlando della loro esperienza, testimoniando di best practice dell’azienda italiana in Croazia e perché il titolare Enrico della Picca ha deciso di investire in Croazia e come i loro suggerimenti possono aiutare altri potenziali investitori.

Con la presenza di Dott. Raffaele Rossi,il rappresentante dell’azienda Carel Adriatic un’altra azienda italiana che ha investito nell’ espansione delle attività aziendali in Croazia, gli ascoltatori hanno potuto ottenere un un’impressione sul perché tanti imprenditori italiani investono in Croazia, confermando così i numeri dell’interscambio commerciale, che aumentano di anno in anno.

#insiemeperilsuccesso

Il primo Roadshow in Italia nel 2021- ONLINE!

Ieri, 26 aprile, si è svolta la missione economica in Italia attraverso il webinar intitolato “Roadshow in Italia”. L’evento è stato organizzato dalla Camera di Commercio Italo Croata in collaborazione con la Camera di commercio Italo Serba, ed i partner italiani Confindustria Pordenone Udine e CCIAA Pordenone Udine.

Dopo un discorso introduttivo di benvenuto della moderatrice dell’evento, la Segretaria generale della CCIE Serbia Mirjana Kojic, hanno seguito i saluti degli altri due partner, gli organizzatori: Alessandro Tonetti di Confindustria Pordenone Udine e Omar Londero, della CCIAA Pordenone Udine. Questi ultimi hanno posto l’accento sui paesi di Serbia e Croazia, con cui hanno creato un network da diversi anni, e le loro tesi sono state avvalorate dalle presentazioni delle rispettive camere, serba e croata, attraverso le presentazioni di altissima qualità con cui hanno presentato i quadri generali della regione, le possibilità di investimento e il ruolo che detengono all’interno del territorio.

Per presentare nel migliore le possibilità di investimento in questi due paesi, i pannellisti del suddetto evento sono stati scelti tra i rappresentati delle aziende che fanno parte della rete Camerale in Croazia e Serbia, disponibili, attraverso interventi di breve durata, a presentare le loro realtà, inerenti al settore contabile, bancario e trasporto/logistica.

Durante l’evento sono state presentate ai partecipanti anche le zone imprenditoriali presenti in Serbia e Croazia, Trstenik e Strpe, con tutte le informazioni relative alla posizione, alle connessioni ed anche agli incentivi per gli imprenditori.

Nell’ultima parte dell’evento si sono rese note le testimonianze delle società italiane presenti in Croazia e Serbia, come “Best Practice“, volte a spiegare perché abbiano scelto questi due paesi per gli investimenti, la società Carr Service e la Pasubio srl.

L’evento di ieri era il primo webinar organizzato online per l’anno 2021, i successivi appuntamenti si svolgeranno a giugno.

 Le numerose aziende che hanno partecipato all’evento sono la prova del forte interesse che c’è nell’iniziare a porre le basi per un interscambio od investimenti diretti in Croazia e Serbia.

#insiemeperilsuccesso

ELIFRIULIA al WRC Croazia 2021

Ieri, il 22 aprile 2021 si sono svolte le prove generali di un evento sportivo, “WRC Croazia 2021”, nella città di Zagabria, che collega spettatori e fan di tutto il mondo, dando alla Croazia un’immagine ottima per la promozione del turismo anche sportivo!

Il WRC ha 12 paesi nel suo calendario per l’anno 2021, la Croazia ospiterà questo evento per la prima volta, nel periodo dal 22 al 25 aprile, in collaborazione con Associazione automobilistica croata e Associazione Karting Croata.

Scoprite tutte le informazioni sul sito web ufficiale:  WRC Croatia 2021 (rally-croatia.com)

Parte dell’evento è anche l’azienda Elifriulia, associato della Camera di commercio italo croata.

Al suo attivo ha più di 20.000 missioni di eli-soccorso, tra primarie e secondarie, concentrate in prevalenza nel Friuli-Venezia Giulia ma che interessano anche tutto il territorio nazionale e l’estero.

Nelle missioni di Elisoccorso vengono utilizzati elicotteri bimotore con prestazioni di Cat. A allestiti con kit eliambulanza e verricello di soccorso.

Nella giornata di ieri il Segretario Generale della realtà camerale assieme a parte del suo team, ha fatto visita all’aeroporto Lučko in cui è sito per i successivi due giorni l’elicottero EC135 atto a fornire soccorso durante l’evento nella città di Zagabria.

Edi Furlan, il personale tecnico e di bordo ed le forse speciali della suddetta base militare, hanno accolto molto bene il Segretario Generale ed il personale camerale, sempre nel rispetto delle misure Anti-COVID.

La visita è proseguita nelle vicinanze del veivolo, grazie ad una più che esaustiva spiegazione di Edi Furlan, che ha pazientemente spiegato le caratteristiche del mezzo evidenziandone la familiarità con le comuni ambulanze, proprio perché tale elicottero è stato progettato congiuntamente da medici ed ingegneri specializzati.

Al contempo il Segretario Generale ed suo team, hanno avuto la possibilità di assistere ad un controllo sul mezzo, posto in essere dalla FIA (Federazione Internazionale dell’Automobile), volto ad assicurare l’efficienza dello stesso.

In ultimo, ai suddetti è stata data la possibilità di salire a bordo, per ammirare più da vicino, le apparecchiature ed i macchinari di primo soccorso atti a dare assistenza, coadiuvati da una magistrale spiegazione di Edi Furlan oltre che sul funzionamento, anche sul processo di progettazione e test svolti.

Ulteriori informazioni al seguente link: Scuola di Volo, Servizi Elicotteristici e Aree di Business | Elifriulia

LA GIORNATA DELLA RICERCA ITALIANA NEL MONDO: INDUSTRIA 4.0

Tra Empoli e Pistoia, sabato 15 aprile 1452, nel borgo di Vinci nasce Leonardo di Ser Piero d’Antonio, Leonardo Da Vinci. La sua memoria vive ancora non solo in Italia, sua terra natia, ma in tutto il mondo, grazie alle sue opere artistiche e ricerche scientifiche frutto di un aulico fervore intellettuale.

Il 15/4/2021, 5 secoli dopo la morte del grande maestro, l’Ambasciata d’Italia a Zagabria, in occasione della Giornata Italiana della Ricerca 2021, ha organizzato l’evento “The challenge of Industry 4.0: research, innovation and new technologies as tools to boost business competitiveness”.

Quest’iniziativa ha posto l’accento sull’industria 4.0, cioè i processi di automazione e digitalizzazione nella produzione manifatturiera, analizzando come questa “quarta rivoluzione industriale” possa migliorare competitività e produttività delle aziende.

A questo evento, svoltosi in modalità ibrida a causa della pandemia da COVID-19, hanno partecipato esponenti di alto livello del Governo, di istituzione finanziarie, aziende e loro associazioni, offrendo “best practice” e testimonianze sulla transizione all’industria 4.0.

I processi di automatizzazione e digitalizzazione rappresentano priorità sia per l’Italia che per la Croazia, che comportano ingenti investimenti sia nazionali che europei, volti ad aprire importanti possibilità di partnership e business per le aziende italiane, che possono offrire il proprio know-how in materia.

La cooperazione industriale, nel settore delle PMI, è stata inclusa nella Dichiarazione Congiunta dell’ultimo Comitato dei Ministri bilaterale tenutosi a Zagabria lo scorso 30 novembre.

Fonte:

Giornata della ricerca italiana nel mondo – 15 aprile 2021 (esteri.it)

Zagabria, la sfida dell’industria 4.0 (esteri.it)

Aggiornamento delle misure restrittive in Croazia in vigore dal 12 aprile 2021

Il Presidente della Sede nazionale della protezione civile, il Ministro Božinović,  aveva firmato le delibere per le Contee con aggiornamenti delle misure restrittive :

Contea di Primorje-gorski kotar in vigore dal 12 aprile fino a 26 aprile

  • divieto di tenere tutti gli eventi pubblici e le riunioni pubblici
  • a riunioni e cerimonie private possono essere presenti un massimo di 8 persone da un massimo di 2 nuclei familiari;
  • sospensione dei lavori delle palestre, centri fitness e centri sportivi e ricreativi al chiuso;
  • sospensione di sale giochi per bambini e laboratori per bambini;
  • sospensione di mantenimento di spettacoli e programmi artistici professionali, mostre in musei, gallerie e altri spazi espositivi;
  • sospensione dei lavori di negozi di abbigliamento e calzature;
  • limitazione dell’orario di lavoro nei negozi dove’ il lavoro e’ consentito dalle ore 06.00 fino alle 19.00
  • sospensione dei lavori di casino, club di slot machine e punti di pagamento del gioco d’azzardo;
  • sospensione dei lavori delle strutture di ristorazione e fornitura di servizi di ristorazione nelle aziende agricole familiari (si riferisce alla fornitura di servizi su terrazze aperte o altre aree di servizio aperte);
  • divieto di visitare a utenti di case per anziani e infermi e ad utenti di altre istituzioni che forniscono servizi di alloggio nel sistema di assistenza sociale;
  • l’obbligo di indossare mascherine all’aperto quando non è possibile mantenere una distanza fisica di due metri;
  • divieto di tutti gli allenamenti indoor ad eccezione dei club che competono nel 1 ° e 2 ° posto della competizione nella competizione senior e nel 1 ° grado della competizione nella competizione juniores a livello nazionale negli sport di squadra, nonché nei club che competono negli sport individuali competizioni senior in competizioni per club a squadre a livello nazionale nel grado più alto nel sistema di campionato di competizione e allenamento e gare di atleti classificati in sport individuali (individuali) e atleti di livello nazionale che si preparano per competizioni europee e mondiali secondo l’elenco proposto dal Comitato Olimpico Croato, Comitato Paralimpico Croato e Associazione Sportiva Croata dei Sordi, approvato dal Ministero del Turismo e dello Sport;
  • raccomandazione di intensificare il monitoraggio del rispetto delle necessarie misure epidemiologiche introdotte, e in particolare delle necessarie misure epidemiologiche relative a eventi e raduni pubblici, raduni privati, trasporti pubblici e funzionamento di centri commerciali e strutture di ristorazione;
  • raccomandazione di non utilizzare gli spogliatoi in tutti gli impianti sportivi in ​​cui sono consentite gare e allenamenti.

La Contea di Zagabria in vigore dal 12 aprile fino al 25 aprile 2021: 

  • Uso obbligatorio delle mascherine per il viso in tutti gli spazi chiusi in cui si svolgono attività pubbliche, economiche o si svolgono eventi, programmi culturali o di altro tipo, incontri religiosi e altri incontri sociali;
  • uso obbligatorio di mascherine per il viso o maschere mediche in tutti gli spazi chiusi in cui si svolgono attività pubbliche o economiche e si svolgono eventi, programmi culturali e di altro tipo e incontri religiosi o altri incontri sociali, se non è possibile mantenere una distanza fisica di almeno 2 metri;
  • in tutti gli incontri sociali e pubblici (eventi, spettacoli, messe, rituali, competizioni sportive e altri incontri sociali e pubblici) è obbligatorio aderire a tutte le misure epidemiologiche, le istruzioni e le raccomandazioni dell’Istituto croato di sanità pubblica;
  • limitare dei orari lavorativi delle strutture di ristorazione e delle aziende agricole familiari che forniscono servizi di ristorazione in modo tale che cibo, bevande, bevande e dolci possano essere serviti solo su terrazze aperte o altre aree di servizio aperte, nel rigoroso rispetto delle misure epidemiologiche prescritte e delle raccomandazioni speciali dell’Istituto croato di sanità pubblica e l’orario di lavoro può essere impostato dalle 6:00 alle 21:00;
  • l’orario di lavoro di casinò, club di slot machine e punti di pagamento per le scommesse può essere organizzato dalle 8:00 alle 21:00, con divieto di fornitura di servizi di ristorazione nei loro locali;
  • divieto di vendita di bevande alcoliche tra le 21:00 e le 6:00;
  • raccomandazione di aumentare il più possibile il numero di veicoli (tram e autobus) nel trasporto pubblico urbano, data la capacità

Contea di Dubrovnik in vigore dal 12 aprile fino al  25 aprile 2021 per la citta di Dubrovnik, la citta di Metkovic, la citta di Ploče, la citta di Opuzen,  e per i comuni Konavle, Župa dubrovačka Dubrovačko primorje, Ston, Pojezerje, Slivno, Kula Norinska, Zažablje, Janjina, Trpanj i Orebić :

  • divieto di tenere tutti gli eventi pubblici e le riunioni a cui partecipano più di 15 persone in un unico luogo;
  • a riunioni e cerimonie private possono essere presenti un massimo di 8 persone provenienti da un massimo di 2 nuclei familiari diversi;
  • sospensione delle strutture di ristorazione e fornitura di servizi di ristorazione nelle aziende agricole a conduzione familiare, ad eccezione delle strutture di ristorazione dei gruppi “Hotel”, “Campi” e delle tipologie strutture di ristorazione per alloggio”, che possono servire solo ospiti che usufruiscono del servizio alloggio in essi, ovvero alunni e studenti;
  • divieto di tutti gli allenamenti indoor ad eccezione delle società che competono nel 1 ° e 2 ° posto della competizione nella competizione senior e nel 1 ° posto nella competizione juniores a livello nazionale negli sport di squadra,
  • questo divieto non si applica agli sport acquatici e agli sport individuali senza contatto nelle aree dei palloni sportivi e nel funzionamento di palestre e centri fitness.
  • Raccomandazione all’aziende di ridurre al minimo il numero di riunioni fisiche e di tenerle tramite video o telefono, e se è necessario che le riunioni fisiche si tengano nel maggior numero di stanze possibile con l’uso obbligatorio di maschere per il viso o maschere mediche e il mantenimento di un fisico distanza tra i partecipanti alla riunione di almeno 2 metri.
  • raccomandazione di intensificare la supervisione degli incontri informali nella città di Zagabria;
  • gli organizzatori di riunioni sociali autorizzate ei proprietari di strutture di ristorazione sono obbligati a controllare l’attuazione delle misure epidemiologiche in queste riunioni, cioè nei locali delle strutture di ristorazione;
  • limitare il funzionamento delle strutture di ristorazione che operano nei locali del fornitore di servizi di alloggio nel sistema di assistenza sociale e che non hanno un ingresso separato nei locali in cui viene fornito il servizio di ristorazione, esclusivamente per gli utenti e i dipendenti del fornitore;
  • l’obbligo per gli inquilini di locali con strutture ricettive del sistema previdenziale, che svolgono attività non sospese, di organizzare il proprio lavoro in modo tale da determinare il momento in cui i servizi sono disponibili solo per gli utenti, con preventiva disinfezione obbligatoria dei locali e attrezzature.

La Contea di Osijek e Baranja in vigore fino al 30 aprile 2021

  • raccomandazione di non utilizzare gli spogliatoi in tutti gli impianti sportivi in ​​cui sono consentite le competizioni e gli allenamenti;
  • raccomandazione di intensificare il monitoraggio del rispetto delle necessarie misure epidemiologiche introdotte, e in particolare delle necessarie misure epidemiologiche relative a eventi e raduni pubblici, raduni privati, trasporti pubblici e funzionamento di centri commerciali e strutture di ristorazione;
  • i datori di lavoro sono obbligati a effettuare un controllo intensificato del rispetto di tutte le misure epidemiologiche presso i loro locali;
  • raccomandazione di aumentare il numero di veicoli (tram e autobus) nel trasporto pubblico urbano per quanto possibile data la capacità del GPP Osijek e di altre società di trasporto pubblico della contea di Osijek-Baranja.

Per tutti i aggiornamenti giornali visita i seguenti link :

 Najnovije informacije o koronavirusu

Emergenza Covid-19: Nuove Misure adottate dalle Autorità italiane e croate (esteri.it)

Viaggiare Sicuri